Alluminio nei Vaccini – Green Our Vaccines!

1Nei vaccini polivalenti o misti si utilizza come adiuvante – tra le altre cose – un sale di alluminio.

E’ anche il caso dell’Infarix Hexa – il vaccino utilizzato per la vaccinazione primaria e di richiamo dei bambini contro difterite, tetano, pertosse, epatite B, poliomielite e malattia causata da Haemophilus influenzae tipo b, la cui prima dose viene somministrata ai neonati di 3 mesi.

L’alluminio è un metallo pesante neurotossico, che si trova così ad essere iniettato in quantità ben superiori a quelle considerate tollerabili per un lattante:

“…nell’Infanrix Hexa è presente sia come alluminio idrossido, idrato (Al(OH)3) 0,5 milligrammi, che come fosfato di alluminio (AlPO4) 0,32 milligrammi Al.”

In tutto sono 0,82 mg di alluminio che vengono iniettati, con la prima dose, in un cucciolo umano di 70 giorni e del peso di 5-6 chili circa.  In pratica può considerarsi una intossicazione acuta.

Ad esso va troppo spesso ad aggiungersi la somministrazione di paracetamolo (tachipirina) – consigliato in caso di febbre dopo la vaccinazione –  che non fa che peggiorare ulteriormente la situazione in quanto, impegnando il fegato, rallenta la detossificazione  dell’alluminio iniettato.

Sentiamo affermare che  i sali di alluminio non sono eliminabili dai vaccini che attualmente li contengono, perché giocano un ruolo fondamentale nella risposta immunitaria  e che senza di essi l’efficacia di alcuni vaccini sarebbe fortemente ridotta. Conoscendo la capacità dell’Alluminio di provocare dei danni al sistema nervoso centrale e di  generare una encefalopatia, questo non ci convince, nè ci tranquillizza.

 Riteniamo che i genitori dovrebbero essere informati del contenuto esatto dei vaccini che devono somministrare ai loro figli e – principalmente – essere liberi di accettare o di rifiutare una vaccinazione con un vaccino che contenga alluminio. Mai obbligati. MAI!

In tutti i casi ci pare ovvio – ma così ovvio non deve poi essere – che tutti i vaccini dovrebbero essere ripuliti da ogni agente possibilmente tossico, a tutela di chi non può scegliere. Green our vaccines!

Ornella T.

 

Vaccino esavalente Infanrix Hexa – Info

pizap.com14046661957983E’ importante sapere che il vaccino esavalente, l’Infanrix Hexa prodotto dalla GlaxoSmithKline, la cui prima dose si somministra a 3 mesi di età, contiene (a nostro avviso inspiegabilmente!) anche due vaccini non obbligatori. Infatti, i vaccini obbligatori  in Italia sono solo quattro (e non sei!): Difterite, Tetano, Polio ed Epatite B. Il vaccino esavalente contiene anche l’anti-Haemophilus tipo b (Hib)  e l’antipertossico che non sono obbligatori, ma di fatto lo diventano se non si richiedono dosi singole. Potrebbe però succedere anche a voi, come già accaduto ad altri genitori, che il responsabile delle Vaccinazioni della ASL vi dica che non è possibile ordinare i vaccini singoli a meno che non ci siano motivazioni mediche gravi tali da giustificare il ricorso a dosi singole.

Questo è un abuso!

I genitori hanno il diritto di effettuare – senza alcuna motivazione, se non la loro volontà – solo le vaccinazioni obbligatorie. Ci spieghino altrimenti perchè sarebbero facoltative se, di fatto, non possiamo rifiutarle!

Ornella T